17 feb 2016

NARCOS

Inizio dicendo che io sono una persona facilmente impressionabile. Sì, sono una di quelle che si copre gli occhi con la mano non appena sale la tensione e percepisco che qualcuno sta per ammazzare qualcun altro. E in Narcos tutto ciò succede molto spesso, come immaginerete, a volte tutto d’un tratto e senza preavviso. Eppure, nonostante sulla carta Narcos non faccia assolutamente per me (troppo sangue, torture e scene crude), nella realtà è secondo me la miglior serie tv uscita nell’ultimo periodo. Le 10 puntate passano velocissime, senza accorgervene verrete catapultati nella Colombia di inizio anni Ottanta, il regno del Cartello di Medellin. Scoprirete le origini del narcotraffico e l'ascesa al potere di Pablo Escobar, tra terrorismo e corruzione, al grido di plata o plomo (soldi o piombo). Tutto ciò vi verrà raccontato direttamente da uno dei protagonisti, el gringo Steve Murphy, l'agente della DEA incaricato di incastrare Pablo


Vi appassionerete talmente tanto a questa serie tv che, increduli, domanderete a Google se ciò che vedete rispecchia davvero la realtà di quell’epoca (è una riproduzione purtroppo molto fedele). Guarderete con interesse tutti gli altri documentari sull’argomento che Netflix vi propone e inizierete a parlare anche al vostro cane con accento spagnoleggiante. Sì, perché i dialoghi sono quasi totalmente in lingua spagnola, cosa che vi permette di entrare ancora di più nella storia.

Insomma, è una serie tv senza mezze misure, cruda, brutale e terribilmente reale. Non lasciatevela scappare. 

2 commenti:

  1. Vista già da un pò questa serie tv e la amo alla follia!
    Sarà che i film e telefilm su droga e narcotraffico mi fanno impazzire :D
    Se ti è piaciuta tanto questa serie ti consiglio Breaking Bad se nn l'hai vista ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Breaking Bad è piaciuto moltissimo anche a me! :)

      Elimina