02 dic 2013

Lush - Sapone Nonsimangia!


Tutto ciò che dovete sapere di questo sapone è che ha un profumo celestiale. Di miele, ma non solo. Sa di biscotti appena sfornati, quelli fatti in casa dalla nonna. Sa di buono, di dolce, di serate in completo relax. Ti avvolge. Non a caso è probabilmente il sapone più venduto di Lush. L'ho già comprato e ricomprato nel tempo e non c'è una volta che io esca da una bottega Lush senza aver annusato il Nonsimangia! Si usa come un normalissimo sapone per il corpo, fa una schiuma soffice e lascia la pelle morbidissima. 5,35€ per 100g di prodotto, ma potete farvene tagliare quanto volete. 

Questi sono gli ingredienti, presi direttamente dal sito di Lush: 



Io vi consiglio di annusarlo, anche se la tentazione sarebbe di mangiarlo (lo so, lo so).

Buon lunedì! 

25 nov 2013

Una nuova agenda


Da persona estremamente smemorata, penso che farei molta fatica a vivere senza un'agenda sulla quale annotare tutto: la lista della spesa, le date degli esami, gli appuntamenti, le scadenze, i compleanni, i film da vedere, le citazioni e i miei pensieri in generale. Solitamente la mia scelta, da qualche anno a questa parte, ricade sulla classica Moleskine nera, semplicemente perché è pratica, piccola, poco pesante e ideale da portare sempre in borsa. Pochi giorni fa, però, non ho saputo resistere a LEI. Appena l'ho vista, in uno dei Presse & Buch alla stazione di Düsseldorf, non ho avuto dubbi: sarebbe stata lei la mia compagna di avventure per tutta la durata del 2014. Oltre ad essere un'agenda fatta molto bene, amo il fatto che raccolga una serie di bellissime pubblicità di metà Novecento. Alla modica cifra di 12€ (1€ per ogni mese che passeremo insieme) non potevo di certo lasciarla lì! 












E voi, siete tipe da agenda o riuscite a farne a meno?

30 ott 2013

Due parole su Remember Me


Ok, ieri sera ho visto Remember Me. Premetto che a me Robert non fa impazzire e non sono mai stata una fan di Twilight, ma sono partita comunque carica di grandi aspettative dato che questo film era nella mia lista di "film da vedere" da secoli. Il trailer mi aveva incuriosito, il genere romantico-drammatico è proprio quello che piace a me, ne avevo sentito parlare bene: sulla carta DOVEVA piacermi. Beh, non mi ha convinto.
La storia d'amore tra Tyler e Ally è carina (aperta parentesi: sono appena andata su Wikipedia a cercare i nomi dei personaggi..fate voi), nonostante lei sia un po' insipida e lui sia il classico bello e dannato che ha sempre quel certo non so che di affascinante. Sono carini, ma niente occhi a cuoricino, nemmeno per una romanticona come me che ad ogni frase zuccherosa si scioglie. In certi punti del film mi sono annoiata tanto da fiondarmi su Instagram, alcuni dialoghi mi facevano venire il latte alle ginocchia. Senza contare che molti temi toccati dalla trama non vengono per niente approfonditi, sembrano buttati lì a casaccio. Il rapporto burrascoso di Tyler con il padre ricco che non ha tempo per i figli (un clichè) si riduce ad una scenata che non porta a niente se non allo stesso Tyler tutto incazzoso che torna a casa e dalla rabbia comincia a limonarsi Ally sbatacchiandola di qua e di là sui muri dell'appartamento. La madre di lei che muore assassinata durante la prima scena del film non c'entra niente con tutto il resto, a mio parere. Il fratello 22enne che si suicida, perché l'ha fatto? Per il rapporto con il padre, perché non si sentiva realizzato come musicista, per la società che fa schifo, perché?! E perché Tyler è così arrabbiato con suo padre? BOH. Uno dei pochi punti a favore è il rapporto tra lui e la sorella, molto profondo ed emozionante. Ecco, sì, questo è ciò che mi è piaciuto di più. Il momento in cui lui distrugge la porta della scuola con un estintore per difendere la sorellina vittima di bullismo è il top. Io al suo posto avrei fatto di peggio, probabilmente. 
Il finale è spiazzante e triste, ma già dal titolo del film uno non si può aspettare che sia tutto rose e fiori. Non vi consiglio di guardarlo, a meno che non siate fan sfegatate di Robert e vi piaccia in tutte le sue salse. Io personalmente l'ho preferito in Come l'acqua per gli elefanti, bellissimo. 

I prossimi 3 film sulla mia lista:
- The Help
- An Education
- The Notebook

08 set 2013

Parliamo di Delidea


Delidea è una marca che ho scoperto da poco, per caso, durante un giro di perlustrazione al mio Tigotà di fiducia e devo dire che sono contentissima di essermi imbattuta in questi prodotti tutti made in Italy, certificati bio  e con  un ottimo rapporto qualità-prezzo. Ci sono diverse linee tra cui scegliere: per pelli impure, sensibili, mature, esigenti e secche. Avendo la pelle mista e tendenzialmente impura, mi sono fiondata sui prodotti della linea purificante e per ora ho deciso di provare la crema gel viso e l'esfoliante, entrambi alla mela e al bambù. 


La crema ha una consistenza in gel leggerissima, si stende facilmente e si assorbe davvero molto rapidamente, lasciando la pelle idratata e assolutamente non unta. La uso da più di un mese e ne ho già comprata un'altra di scorta perché ho paura di rimanere senza (!!!). Costa 8,95€ per 50 ml di prodotto, un prezzo assolutamente onesto per una crema certificata bio con un inci ottimo. 


Una cosa che mi ha colpito di questa marca è che all'interno di ogni confezione c'è sempre un campioncino di un altro prodotto della stessa linea, in modo che il cliente abbia la possibilità di lasciarsi incuriosire da qualche nuovo prodotto e provarlo per una o due applicazioni. Magari tutte le aziende lo facessero! Così, dato che il campioncino dell'esfoliante viso mi aveva colpito positivamente, ho deciso di prenderlo in formato intero a 5,95€. Questo esfoliante mi è piaciuto subito, già dalla prima applicazione: fa un leggero scrub che non irrita la pelle delicata del viso, la esfolia dolcemente lasciandola morbidissima.



L'ultimo prodotto che ho preso e che mi ha fatto compagnia durante il mio viaggio in Olanda è il Latte Tonico 2 in 1 della linea per pelli sensibili. Il mio rapporto con il latte detergente in generale non è mai stato positivo, da anni l'ho rimpiazzato con gli oli che a mio parere struccano velocemente qualsiasi cosa. Questo latte detergente lenitivo rimuove efficacemente tutto il trucco del viso, ma solo parzialmente il trucco degli occhi. Infatti devo ricorrere al mio fidato olio di jojoba per rimuovere per bene tutti i residui di mascara che questo prodotto non riesce a struccare. Di positivo c'è che è assolutamente delicato, non brucia gli occhi, non irrita e lascia la pelle ben idratata. Ah, ha un profumo davvero buonissimo!
Tutti i prodotti Delidea sono certificati NATRUE.

Non posso che consigliarvi di provare questi prodotti, perché secondo me meritano una chance.  

Per dare un'occhiata a tutto ciò che offre questa marca, vi rimando al loro sito: http://www.delideabio.com/

21 ago 2013

Suits


Era dai tempi di Ally McBeal che speravo di incappare in un'altra bella serie tv sul mondo delle toghe. Mi sono bastati 15 minuti per capire che Suits non solo è davvero piacevole e non mi annoia, ma soprattutto che non è una delle solite cavolate galattiche. Ok, Ally è quasi imbattibile, ma Harvey & company non me la fanno rimpiangere. Stasera ore 23 su Italia 1! 
P.s.: A proposito, perché non ripropongono qualche puntata di Ally McBeal ogni tanto?! Era pazza, isterica, schizzata, lunatica, incoerente, insicura, problematica, ma così vera e reale, così simile a tutte noi! 

Edit: Inizia alle ore 23:30, non 23.. Sto aspettando invano da 20 minuti perché non sono nemmeno in grado di leggere bene "Stasera in TV". 

Ah, mentre aspettavo mi sono resa conto di quanto faccia pena la nuova versione per cellulari di YouTube. Ora non sono nemmeno in grado di leggere la Posta In Arrivo..ottimo lavoro, Google! 

15 gen 2013

I migliori film che ho visto nel 2012!

Ecco una carrellata di tutti i film che mi sono piaciuti di più nel corso del 2012.

The Iron Lady


Avete presente quel senso di tenerezza che affiora quando gli anziani iniziano a ripetervi sempre le stesse cose e voi sorvolate facendo semplicemente finta di niente? Ecco, una sensazione del genere mi è arrivata osservando la Margaret Thatcher di questo film, un'ottantenne qualunque che si guarda indietro e che fa fatica a distinguere il passato dal presente. Poche attrici, a mio parere, sarebbero state in grado di calarsi nel personaggio in maniera così totale come ha fatto Meryl Streep, che non a caso ha vinto il terzo Oscar come attrice protagonista grazie a questa meravigliosa interpretazione. La lady di ferro, prima e unica donna (finora) ad aver ricoperto la carica di Primo Ministro inglese, viene raccontata non solo dal punto di vista politico e istituzionale, ma anche nella sua dimensione più umana di moglie tenera, di madre e nonna. Una nonna, per certi aspetti, non molto diversa dalla nostra! 

Watch your thoughts, for they become words. Watch your words, for they become actions. Watch your actions, for they become habits. Watch your habits, for they become your character. And watch your character, for it becomes your destiny. What we think, we become. My father always said that. And I think I am fine.
(Margaret Thatcher)
Quasi Amici

Forse questo è stato IL film per eccellenza del 2012, quello che mi ha emozionata di più, che mi ha fatto ridere, ma allo stesso tempo riflettere. E' la storia (ispirata a fatti reali) di Philipphe, un ricco e colto uomo francese costretto in sedia a rotelle e quasi totalmente paralizzato, in cerca di un assistente che sia in grado di assisterlo e aiutarlo quotidianamente. Decide di assumere Driss, un simpatico senegalese senza peli sulla lingua, con il quale inizia un'inaspettata e vera amicizia. Della serie, lasciamo gli stereotipi da parte, che è meglio.

"Esattamente questo è quello che voglio, nessuna pietà. Spesso mi passa il telefono, sai perché? Perché si dimentica. E' vero, non ha una particolare compassione per me, però è alto, robusto, ha due braccia, due gambe, un cervello che funziona, è in buona salute. Allora di tutto il resto a questo punto, nel mio stato, come dici tu, da dove viene, che cosa ha fatto... io me ne frego."
(Philippe)

Marilyn - My Week With Marilyn


Questo film me lo immaginavo diverso, prima di andarlo a vedere. Pensavo fosse incentrato sulla figura di Marilyn, invece in realtà si basa principalmente sui ricordi di Colin, giovane aiuto regista sul set del film Il principe e la ballerina, che si trova ad intessere una romantica relazione con la famosissima attrice. Marilyn è ritratta come una donna estremamente fragile, insicura e sola, nonostante sia fisicamente circondata da centinaia di persone. Bravissima Michelle Williams, io la adoro dai tempi di Dawson's Creek (altro che Joey Potter..ahahah!). 

"All people ever see is Marilyn Monroe. As soon as they realize I'm not her, they run."
(Marilyn Monroe) 

Welcome


In realtà questo film è del 2009, ma io l'ho visto solo nel 2012. Diciamo che arrivo sempre un po' in ritardo! Ambientato a Calais, città costiera a nord della Francia, tratta della storia di un insegnante di nuoto, Simon, e di un giovanissimo immigrato curdo-iracheno, Bilal, che inizia a prendere lezioni di nuoto perchè intenzionato ad attraversare la Manica clandestinamente, appunto nuotando, con lo scopo di ricongiungersi alla sua ragazza che abita a Londra. Vincent Lindon è veramente un bravissimo attore, ho visto altri due film in cui è protagonista e devo dire che ogni volta le sue interpretazioni mi stupiscono ed emozionano. 

"Vuole attraversare la Manica per rivederla. E io neanche riesco ad attraversare la strada per fermarti."
(Simon)

La migliore offerta 


Di questo film vi ho già parlato in un video su YouTube e non potevo non menzionarlo anche qui. Ho sentito che alcune persone l'hanno trovato troppo lungo e noioso, ma, per quanto mi riguarda, le 2 orette al cinema guardando questo film sono letteralmente volate. Non è stato assolutamente pesante, anzi, mi ha coinvolto molto. E' la storia di un famoso battitore d'aste e critico d'arte, Virgil Oldman, uomo eccentrico e riservato, che incontra Claire, giovane erede di un patrimonio artistico notevole, che soffre di agorafobia e per questo non esce di casa da anni. Da qui tra i due inizia una relazione amorosa coinvolgente, che porta lui ad abbandonare la sua corazza di uomo solitario. Il finale, ovviamente, non ve lo svelo! :)

Com’è vivere con una donna? – Esattamente come partecipare a un'asta. Non sai mai se la tua offerta sarà la migliore.
(Virgil)



Questi sono stati i film che mi sono davvero rimasti nel cuore. Certo, ne ho visti tanti altri (e alcuni me li sarò pure dimenticati), ma questi 5 sono stati i miei preferiti in assoluto. 

Buona visione!